Domenica 2 aprile – Va di Quaresima – Di Lazzaro
S. Messe ore 8.30 – 9.30 (GNIGNANO) – 9.30 (FONTANA) – 11 – 18
ore 15.00 Incontro genitori Medie in oratorio

Lunedì 3 aprile
Ore 8 – 18   S. Messa

Martedì 4 aprile
Ore 8 – 18   S. Messa

Mercoledì 5 aprile
Ore 8 – 21   S. Messa
Ore 21.00   Gruppo di ascolto della Parola

Giovedì 6 aprile
Ore 8 – 18   S. Messa
Ore 21.00   Incontro – Testimonianza con suor Albina Callegari in Parrocchia

Venerdì 7 aprile – Feria aliturgica
Ore 7.00     Via Crucis
Ore 8.00     Via Crucis
Ore 17.00   Via Crucis per i ragazzi in Parrocchia
Ore 18.00   Vespri
Ore 21.00   Lettura e meditazione dei brani della passione

Sabato 8 aprile
Ore 8.00     S. Messa concelebrata
Ore 15.00   Incontro in preparazione al Battesimo
Dalle ore 15.30 alle ore 18: Confessioni (in particolare per i genitori
degli adolescenti)
Ore 18.00   S. Messa vigiliare
Ore 20.45   Veglia in tradizione Symboli

Domenica 9 aprile – LE PALME – domenica insieme per gli adolescenti
Ore 10.30   Processione con l’ulivo dall’oratorio
Ore 15.00   Incontro genitori degli adolescenti in oratorio
Ore 16.30   Incontro genitori bambini 0-2 anni in parrocchia
Ore 16.00   Battesimi

Traditio Symboli

Traditio Symboli: «Un segno evidente è avvenuto per opera loro» (At 4,16). Solo la comunione convince Prima della Pasqua i giovani si ritrovano insieme al Cardinale per rivivere l’antico gesto della consegna del Simbolo della fede ai catecumeni.

Al termine della Veglia, incentrata sul tema della comunione, è previsto un gesto di carità che andrà a sostegno del Fondo Famiglia Lavoro della Diocesi.

“Tutti noi percepiamo una forza centrifuga che sovente ci allontana gli uni dagli altri e talvolta da noi stessi. Abbiamo bisogno di essere salvati. Tanto più che i «giorni nuvolosi e di caligine» (cfr Ez 34,12) non mancano neppure nei nostri tempi. Eppure c’è Uno che si prende cura di noi. È appunto il Redentore, vero Dio e vero uomo, Crocifisso e Risorto per noi e per la nostra salvezza” (Angelo Scola, Festa del Santissimo Redentore del 18 luglio 2004). Con la Veglia in Traditio Symboli di sabato 8 aprile 2017, alle ore 20.45, nel Duomo di Milano, vogliamo compiere un gesto che sia voce e volto di questa cura.

Infatti, in questa comunione di vita che ci precede e che dà forma ai nostri giorni, Gesù si prende cura di noi, definendo al contempo un orizzonte che oggi più che mai si fa evidente. Il titolo della Veglia, “Un segno evidente è avvenuto per opera loro” (At 4,16), mentre rimanda alla capacità “creativa e curativa” della fede nel Signore Risorto, indica che il nostro radunarci nel Duomo, convocati dal Vescovo, è il “segno evidente” offerto, principalmente a noi, e quindi al mondo. All’interno della proposta di quest’anno, “SEGUIMI”, abbiamo richiamato ognuno ad alcuni criteri di verità della nostra sequela, della nostra identità di discepoli, di comunità.

Durante la Veglia i catecumeni vivranno i primi riti verso il Battesimo e tutti insieme riceveremo il Credo, che nella personale Regola di Vita troverà la sua pluriforme espressione.